Tempo di potatura

In cantina e nella vigna il lavoro non si ferma mai! Questo è il periodo della potatura che consiste in una serie di interventi cesori è quello di conservare la forma di allevamento impostata, andando ad agire sul carico di gemme lasciato sulla pianta, che incide sul giusto equilibrio tra l’attività vegetativa e la potenzialità produttiva della pianta stessa. In questo modo sono mantenute dal punto di vista quantitativo e qualitativo la vegetazione e la fruttificazione.

In passato per la pota veniva utilizzato il “ runcigghiù” oggi è stato sostituito dalle “forbici da pota” che rendono il lavoro più adeguato e agevole.

Per le nostre viti allevate a spalliera adottiamo un sistema di potatura a cordone speronato: è un sistema di potatura corta che permette di ottenere una struttura semplice ed è finalizzata ad una produzione di qualità.

È prevista la presenza di un ceppo con un’altezza compresa tra i 40-60 cm dal suolo, che prosegue in un cordone orizzontale permanente archeggiato sul filo di ferro orizzontale. Il cordone presenta sul dorso 3 equidistanti corti speroni a 2 gemme.

Invece per le nostre viti allevate ad alberello, abbiamo adottato un sistema di potatura corta che prevede la presenza di un ceppo alto 30-40 cm. Il ceppo alla sommità si divide in 3 branche, ciascuna portante 1 sperone. Su ogni sperone vengono lasciate 2 gemme basali, ottenendo una produzione assai modesta.

Questa tecnica colturale richiede un quantitativo di lavoro considerevole, ma è importante per il miglioramento delle piante in particolare e della vigna in generale.

Volete conoscere meglio questa tecnica? Vi aspettiamo per la potatura estiva!

We use cookies to deliver you the best experience. By browsing our website you agree to our use of cookies. Learn More